NUOVA DEROGA ALLA NATURA NELLE AREE AGRICOLE:

UN CONTENTINO CHE FARÀ MALE AD AGRICOLTORI, CITTADINI E CLIMA

Esprimiamo la nostra più profonda preoccupazione riguardo alla decisione presa dalla Commissione. Siamo fermamente convinti che la concessione di una deroga all’obbligo di mantenimento delle aree naturali non sia giustificata dalle condizioni di mercato, o da altra razionale ragione tecnica o economica, e che danneggerà gravemente gli ecosistemi. Va inoltre contro la stabilità normativa richiesta dagli agricoltori, introducendo incertezza che potrebbe ostacolare la redditività a breve e a lungo termine.” Commentano così le Associazioni della Coalizione Italiana CambiamoAgricoltura, unendosi a numerose associazioni europee, la decisione di ieri della Commissione Europea di un ulteriore anno di deroga alla BCAA 8, ossia la norma sulla condizionalità del regolamento della Politica Agricola Comune che prevedeva il mantenimento di un minimo di 4% di aree agricole destinate alla natura.

Con Decreto del competente ufficio ministeriale n.24059 del 18/01/2024 il termine di presentazione dei Programmi Annuali di Produzione per gli operatori biologici è prorogato dal 31 gennaio al 15 maggio 2024. Decreto completo disponibile al link: 2024 MASAF-2024-0024059-Decretodipartimentalediprorogapap2024_signed...

Nelle prossime settimane le Istituzioni decideranno il destino degli obiettivi di riduzione dei pesticidi. Giovedì 16 novembre seconda votazione sul rinnovo del glifosato Dal 20 al 23 novembre voto in plenaria del Parlamento UE sul Regolamento SUR. Appello della Coalizione #CambiamoAgricoltura ai decisori politici europei e nazionali: votate per tutelare la salute delle persone e dell’ambiente. Invito alla mobilitazione dei cittadini: https://www.savebeesandfarmers.eu/ita Le prossime settimane saranno decisive per il destino degli obiettivi di riduzione dell’uso dei pesticidi indicati dalle Strategie del Green Deal europeo, Farm to Fork e Biodiversità 2030. I decisori politici degli Stati membri della UE e del Parlamento europeo voteranno per decidere le sorti del glifosato e del Regolamento UE sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Giovedì 16 novembre è infatti previsto il voto nel Comitato di Appello della Commissione Europea per le Piante, gli Animali, gli alimenti e i mangimi (SCoPAFF) degli Stati membri sulla proposta della Commissione UE di rinnovare l’autorizzazione del glifosato per altri 10 anni, dopo che nella riunione del 13 ottobre scorso non si è raggiunta una maggioranza qualificata favorevole o contraria. Il Governo italiano ha votato a favore del rinnovo dell’autorizzazione del diserbante, ribaltando il parere espresso nel 2017. In occasione di questa seconda votazione la Coalizione #CambiamoAgricoltura auspica che prevalga una posizione responsabile con un netto parere contrario al rinnovo, ciò anche sulla base delle evidenze scientifiche sulla relazione tra l’esposizione a basse dosi di glifosato e l’insorgenza di leucemie, in base allo studio internazionale condotto dall’Istituto Ramazzini di Bologna pubblicato negli scorsi giorni.

Bios ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione ministeriale! Oggi è stato pubblicato sul sito del MASAF (https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/20548)  il D.M. prot.  n. 614907 del 07/11/2023 di autorizzazione, ai sensi dell’art. 4 del decreto legislativo 23 febbraio 2018 n. 20, a BIOS SRL a svolgere il controllo sugli operatori...

Il biologico è il futuro. Se ne parla alla “Festa del BIO”, l’evento che celebra insieme ai cittadini la Giornata Europea del Biologico, il 23 settembre dalle ore 10.30 a Palazzo Re Enzo di Bologna Le politiche per lo sviluppo del settore, la tutela della biodiversità e del clima, l’importanza della dieta mediterranea a base di cibo biologico e il racconto dei territori virtuosi che hanno aderito alla campagna “Comuni Liberi dai Pesticidi”. Questi alcuni dei temi della sesta edizione della Festa del BIO di Bologna dedicata all’Eu Organic Day. Un palinsesto ricco di iniziative e divertimento con degustazioni, talk di approfondimento e showcooking impreziositi dall’estro creativo di Vito, comico e attore bolognese. Modera la giornata Patrizio Roversi, autore e conduttore televisivo.

Bologna, 19 settembre 2023 – Da fenomeno di nicchia a strumento al centro della politica agricola europea che punta fortemente sulla transizione ecologica dei sistemi agricoli. In occasione dell’European Organic Day, sabato 23 settembre, FederBio celebra con un evento gratuito e aperto a tutti i valori, i benefici e le caratteristiche del biologico, paradigma fondamentale per il futuro dell’agricoltura dal punto di vista economico, ambientale e sociale.

 

Dalle ore 10.30, la Festa del BIO torna dunque a colorare di verde Palazzo Re Enzo, nel cuore di Bologna. L’evento alterna momenti ludici, showcooking con degustazione a dibattiti e talk di approfondimento su temi di grande attualità. L’obiettivo è sensibilizzare i cittadini sul biologico, modello fondamentale per tutelare la fertilità del suolo, la biodiversità e la salute delle persone e dell’ambiente.

STOP AL GLIFOSATO.  WWF: SERVE RAPIDA APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PESTICIDI Entro questa settimana il parere della Commissione UE sul rinnovo dell’autorizzazione all’uso del glifosato WWF: il Parlamento europeo deciderà se tutti noi dobbiamo continuare a fare da test per gli effetti dei pesticidi sulla salute. Il rinnovo dell’autorizzazione del glifosato è una decisione che mette a rischio la salute delle persone e dell’ambiente  Siamo tutti esposti: glifosato presente nel 99% delle urine umane, lo assumiamo attraverso cibo e acqua

Potrebbe arrivare nei prossimi giorni il parere della Commissione UE sul rinnovo del glifosato, il contestato diserbante la cui autorizzazione scade il 15 dicembre 2023. Una decisione che rischia di condizionare non solo la nostra salute, ma anche il destino del Regolamento UE per l’uso sostenibile dei pesticidi (SUR) che, insieme al Regolamento sul ripristino della natura, rappresenta il più importante strumento di attuazione delle strategie del Green Deal della UE. 

Il Sistema di Controllo e Vigilanza che caratterizza il Biologico può essere migliorato ma è l’unico che funziona!  Inoltre, nella sua forma “mista” – che prevede un Sistema di controllo che comprende sia Autorità pubbliche sia di Organismi privati -   rappresenta un vantaggio, in termini di tariffe di certificazione, per gli operatori. ASSOCERTBIO descrive i meccanismi del Sistema di Controllo e Vigilanza del Biologico, che assicurano efficienza ed efficacia dei Controlli nonché garanzia di trasparenza e terzietà. L’Associazione evidenzia, quindi, come la sana concorrenza tra Organismi di Certificazione privati, abbia portato ad un vantaggio, in termini di tariffe per gli operatori Bologna, 31 luglio 2023. “La conformità dei prodotti biologici è garantita a più livelli” comunica, Riccardo Cozzo, Presidente di ASSOCERTBIO – “ossia mediante l’autocontrollo da parte dell’operatore, il controllo degli operatori da parte degli Organismi di certificazione nonché la vigilanza delle Autorità di Controllo. Ricordo, infatti, che il Sistema di Controllo del Biologico nel nostro Paese prevede il coinvolgimento di Soggetti sia di natura pubblica sia privata. Si tratta di un assetto che è tra i più diffusi tra i Paesi UE e questa è già una evidenza del fatto che si tratta di un Sistema che funziona! 

L’assemblea dei soci di Assocertbio, tenutasi martedì 11 luglio, ha confermato il Consiglio Direttivo con Riccardo Cozzo come presidente, Alessandro D’Elia come vicepresidente e Davide Pierleoni come consigliere. Dopo la sua rielezione, il presidente di Assocertbio, Riccardo Cozzo, ha dichiarato: “Ringrazio i soci per la rinnovata fiducia,...